DAMIANI INTERNATIONAL AWARDS

I gioielli Damiani sono caratterizzati da un’eccellente qualità riconosciuta a livello internazionale e si contraddistinguono il design sublime, la qualità delle gemme, l’eccellenza della manifattura e l’eleganza donano a chi li indossa. Ogni gioiello prende vita dall’abilità e dall’infinita passione dei maestri orafi. La Maison ha ricevuto e continua a ricevere prestigiosi riconoscimenti italiani e internazionali e detiene il record, tuttora ineguagliato, di 18 Diamonds International Awards il prestigioso Oscar Mondiali della Gioielleria.

1976

SQUALO

Il primo Diamonds International Award riconosciuto a un gioiello Damiani risale al 1976 con il bracciale Squalo, ideato da Gabriella Damiani. Un gioiello dal valore inestimabile in platino e oro giallo interamente illuminato da un pavè di diamanti bianchi e jonquille d’assoluta purezza, per un totale di 41,19 carati. La sua originalità è dovuta alla chiusura a morsa, che “addenta” con aggressività ed eleganza il braccio.

1986

BLOODY MARY

È Maria Tudor l’ispirazione per il sontuoso collier che evoca il collare degli abiti del Cinquecento. Il richiamo al pregiato tessuto è reso dalle sfumature dell’oro brunito e dell’oro giallo. 1121 diamanti taglio brillante e taglio baguette, per un totale di 87,98 carati che ricordano l’intreccio di un ricamo. Una lavorazione durata 12 mesi che ha permesso di modellare l’oro come onde sulle quali sono incastonate le pietre, così il metallo sembra delicato e soffice come il lino.

1988

VULCANO

L’essenzialità e la purezza delle linee sono la firma di questo splendido bracciale. Un design minimale reso prezioso dalla rifinitura levigata che crea superfici di pura luce. Vulcano è stato realizzato con 185 grammi d’oro e 346 diamanti tagliati a baguette, per 40,63 carati complessivi.

1988

BERMUDE

È luce pura l’anello composto da 30 diamanti taglio baguette che si rincorrono lungo due binari, uno in platino, l’altro in oro giallo, e che confluiscono nel sorprendente centro: un diamante triangolare d’assoluta purezza di 0,77 carati.

1988

SPAZIALE

Questo sfarzoso collier si distingue per il contrasto tra la ricchezza dei materiali e la purezza delle linee. Le fasce sono in platino satinato e in oro giallo intessuto di 646 diamanti taglio brillante e 476 diamanti taglio baguette, per un totale di 106,6 carati. Una soluzione innovativa? La chiusura che apre in due il collier per garantire una perfetta indossabilità.

1988

ONDA MARINA

Spumeggiante di luce come un’onda preziosa, Onda Marina è un bracciale che si snoda in eleganti volute illuminate da 644 diamanti tagliati a brillante e a baguette, per un totale di 30,25 carati.

1990

PIOVRA

958 gemme pure per un totale di 59,15 carati. Realizzato in platino e oro giallo, il bracciale Piovra rievoca il fascino misterioso degli oceani attraverso i piani variamente ondulati, le linee luminose del metallo, i riflessi dei diamanti e le ombre dell’ardesia, il cui insolito impiego aggiunge una seducente carica enigmatica al gioiello.

1992

FLASH

Da un lampo d’oro giallo, d’oro colorato e platino, illuminato da diamanti taglio brillante e baguette, nasce un imponente bracciale. 88,59 carati di diamanti, 184 grammi di platino e 188,30 grammi d’oro. Una magnifica espressione di forza e vitalità.

1992

CARESSE

Diamanti puri incastonati in 17,30 grammi di platino e 10,20 grammi d’oro giallo, emanano pura luce nell’anello Caresse. I diamanti a taglio baguette si rincorrono intorno al diamante triangolare centrale di 0,70 carati, punto d’incontro della luce del gioiello: l’effetto finale è come una carezza morbidamente avvolgente e luminosa.

1994

FIREWORKS

Il platino e l’oro rosa formano una doppia voluta che si snoda verso l’alto. Il morbido movimento dell’anello è illuminato da 392 diamanti, per un totale di 14,57 carati di gemme purissime, che inondano di luce tutte le prospettive da cui si può osservare il magnifico gioiello.

1994

BLOW BALLS

è un intreccio di nastri di platino, oro rosa e oro giallo. È un gioco cromatico, illuminato dalla bianca luce di 280 diamanti. È l’armonia di forme semisferiche, sapientemente costruita sull’alternanza di pieni e vuoti. Meravigliosi orecchini che una raffinatissima arte orafa ha reso delicati come un soffio e leggeri come un pizzo.

1994

HONG KONG LIGHT

Lo scenografico collier creato da Giorgio Damiani è composto da una serie d’elementi triangolari, leggermente bombati, che alternano platino, oro giallo e oro rosa. Su di essi si allineano 1450 diamanti rotondi a taglio brillante per un totale di 49,64 carati. Nasce così un magnifico gioiello che trasforma una ricercata architettura in un’avvolgente profusione di luce.

1994

NIGHT AND DAY

Un’unica lastra d’oro giallo, del peso di 413,7 grammi, accoglie una complicata lavorazione a smalto blu. Su questa volta preziosa brillano le stelle a rilievo in oro giallo e bianco, impreziositi di 659 diamanti per un totale di 20,92 carati. Ogni astro è realizzato separatamente e avvitato sul bracciale con un elaborato sistema a vite.

1996

SAHARA

Sahara è un movimento di dune che s’increspano. È luce che brilla tra i miraggi. 288,50 grammi d’oro e 1865 diamanti, fantasia creatrice e qualità gemmologica: le virtù che fanno di Sahara un bracciale unico.

1996

BLUE MOON

BLUE MOON La luna ha ispirato Silvia Damiani per la creazione di questi preziosi orecchini dedicati al tema del sogno. Sulla parte metallica in oro giallo brillano 13,19 carati di diamanti, montati in oro bianco, che sembrano sospesi nel vuoto e creano un gioco di chiaroscuro che rievoca le macchie lunari e suggerisce un’idea immaginaria di profondità.

1996

TWINS

Spettacolare anello in oro giallo, ondulato da una doppia faccia di 118 diamanti puri tagliati a baguette, per un totale di 8,3 carati. La particolarità consiste nella “tridimensionalità ” dell’anello, che incastona i diamanti anche nello spessore laterale del gioiello, esaltando il prezioso effetto di un’onda.

1998

THE WHEEL

Un sontuoso bracciale realizzato in oro giallo e illuminato da 380 diamanti taglio baguette per un totale di 40,67 carati. Un design moderno ed essenziale, un motivo ornamentale che alterna a scacchiera l’oro con i diamanti.

2000

EDEN

Seduzione, fascino, femminilità: queste le suggestioni che hanno ispirato Giorgio Damiani per la creazione di Eden, un bracciale che avvolge il braccio di luce e femminilità. Realizzato in circa 800 ore di lavorazione in oro bianco e 900 diamanti taglio brillante, per un totale di 95,01 carati.